Cinese uccisa: 20 anni all'omicida

E' stato condannato a 20 anni di reclusione Simone Delussu, il 20enne residente a Camerino, nelle Marche, ma originario di Irgoli, accusato dell'omicidio della commerciante cinese Lu Xian Cha, 37 anni, ammazzata con diverse coltellate il 10 aprile 2017 nel suo negozio, in pieno centro a Budoni, durante un tentativo di rapina. La sentenza è stata emessa questa mattina dal Gup del tribunale di Nuoro Claudio Cozzella al termine del processo con rito abbreviato. Riconosciute all'imputato - presente in aula - le attenuanti generiche. Il Pm Ivano Satta aveva chiesto l'ergastolo per il giovane che era stato arrestato l'estate scorsa. Messo di fronte alle prove evidenti della sua colpevolezza aveva ammesso le sue responsabilità. Ad inchiodarlo erano state le testimonianze raccolte dai carabinieri ma soprattutto la comparazione del suo Dna da parte degli specialisti del Ris di Cagliari con le tracce ematiche repertare sul luogo del delitto. I difensori dell'imputato, avvocati Basilio Brodu e Chiara Madia, a quel punto avevano chiesto il processo con l'abbreviato che prevede uno sconto di pena, in questo caso 30 anni rispetto alla richiesta di ergastolo. Presenti alla lettura della sentenza il marito della donna uccisa, che vive a Posada con i due bimbi della coppia, di 5 e 11 anni. Insieme a lui i parenti e gli avvocati di parte civile Gianluca Sannio e Mara Lapia. L'uomo è apparso visibilmente sconvolto per la pena definitiva mite inflitta all'imputato. A parlare è stata la nipote della vittima. "In Cina per un omicidio così efferato esiste la pena di morte, noi - ha detto - speravamo in una condanna pesante ma in Italia ci sono altre leggi". (ANSA).

Altre notizie

Notizie più lette

  1. SardiniaPost
  2. Sardegna News
  3. Sardegna News
  4. Sardegna News
  5. Olbianova

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Nughedu San Nicolò

FARMACIE DI TURNO

    Nel frattempo, in altre città d'Italia...